navigare nel web con Swala
America's cup
Aria di Mare
Boats For Sale
Bolina
CIM
Mercenautic 2000
Nautor's Swan
Samurai
Sail Online
Sparkman and Stephens Association Italia
Voiles d'Antibes
Yacht Club De Monaco
Meteo Arona
Meteo France
Meteo Imperia
Meteo Lavagna
Meteo Milano
Meteo New York
Mister Price
Areoporti Milano
Orario dei treni FS
Road Guide
FC Internazionale
La Gazzetta dello Sport
Markets after hours
WebPool-Codice fiscale online
Descrizione dello yacht Swala
scheda
Costruzione N.170 dei Cantieri Sangermani di Lavagna
Anno progetto: 1968
Anno varo: 1969
Progetto: L.J. Giles
Armo: Sloop Marconi
Lft. 14,30 mt.
Lwl 10,80 mt.
Bmax 3,80 mt.
Displ. 15 t.
Spv. 95 mq (solo triangoli)

1° armatore notaio Masini di Milano
Attuale armatore (dal 1988) Paolo Albarello
un po' di storia
Acquistai Swala nel 1988 dalla famiglia Quaranta e la portai subito in Grecia. In occasione del viaggio Swala mostrò tutte le sue qualità marine e veliche di yacht di razza; infatti, raggiungemmo l'isola di Corfù partendo da Villefranche in soli 5 giorni con mare spesso burrascoso.
Lasciata la Grecia con le sue belle isole nel '91 la portai per un anno a Civitanova Marche dove la sua foto fu usata per la copertina della guida della città.
A dicembre del '92 In compagnia dell'amico Angelo Preden abbiamo fatto il giro d'Italia per giungere ad Imperia dove Swala credo abbia trovato l'ormeggio ideale.
caratteristiche

Lo spaccato di Swala, dal progetto originale di Giles
Giles progettò per Masini uno yacht molto marino in grado di soddisfare la crociera in comodità e sicurezza ma anche veloce in regata come dimostrano le vittorie ed i piazzamenti nel circuito delle vele d'epoca.
La costruzione fu eseguita con perizia dai cantieri Sangermani con scafo in tavole giustapposte da 34 mm, in mogano per l'opera morta ed in iroko per l'opera viva su ordinate in lamellare di rovere da 75x50mm alternate ad ordinate più piccole in acacia piegate a vapore da 50x45mm.Il fasciame è affrancato alle ordinate con rivetti in rame da 8mm ribaditi.
Albero, boma, 2 tangoni, sono in alluminio originali Proctor.

Il piano velico di Swala, dai disegni originali
La coperta è in teak ed è stata rifatta nel 1993 le sovrastrutture sono tutte in massello di mogano.
Tranne la coperta, Swala non ha mai subito alcun restauro, riparazione o cambiamento che n'abbia compromesso in minima parte l'originalità e ciò vale sia per l'esterno come per gli allestimenti interni.
In questi ultimi anni in cui la uso per partecipare ai raduni, ho cambiato tutta la dotazione velica ed ho installato un avvolgi fiocco, che smonto in occasione delle regate, per avere un po' di comodità in crociera.
Gli interni in mogano satinato sono molto comodi ed accoglienti con una bella cabina armatoriale a prua, 2 bagni serviti d'acqua calda per la doccia, un ampia dinette una bella cucina (Originale Athur Martin con forno) dotata di tutti i confort. In tutto vi sono 6 posti letto attrezzati per dormire anche quando fuori il mare e il vento si fanno sentire.
Motore Volvo penta MD19 42 hp 3600gpm originale, invertitore BW idraulico (1998).
Prestazioni veliche: In bolina rispetto alle barche del suo tempo è quasi imbattibile, riesce a tenere tutta la tela fino 20 - 22 nodi di vento, gli slanci aumentando la lunghezza a barca sbandata le danno velocità, la chiglia lunga assicura grande stabilità di rotta anche con mare formato.

Il bodyplan
In poppa l'onda formata riesce sempre a passare sotto e non ricordo di aver mai visto un onda frangersi nel pozzetto. La timoneria con trasmissione cardanica é molto diretta ed essendo lo scafo molto equilibrato, il timoniere non deve fare grossi sforzi anche nelle andature più lasche.